Area di produzione dell'olio extravergine Delizie di Puglia

AREA DI PRODUZIONE

 

 

 

Validazione W3C XHTML 1.0 della pagina
 
Validazione W3C CSS della pagina

 

 

La regione Puglia rappresenta la più importante regione olivicola italiana in considerazione dell'entità delle superfici investite (360.000 ha), del numero di aziende interessate, oltre che per il volume ed il valore della produzione.
Inoltre il territorio pugliese è caratterizzato dalla presenza di varietà maggiori quali Coratina, Cima di Bitonto e Cima di Mola, oltre che da varietà minori quali Leccino, Nociara, Picholine, Oliva Rossa e Cima di Melfi.
Nella terra di Bari il 67% della Superficie Agricola Utilizzata (S.A.U.) è ubicata in zone collinari. Gli elementi che rendono unica la coltivazione dell'olivo in Puglia sono: i terreni, l'acqua, il clima.

I terreni della Provincia di Bari sono costituiti prevalentemente da formazioni di calcari ricoperti da uno sottile strato di terre rosse, con differenti utilizzazioni agricole in rapporto al sottosuolo sui cui poggiano, al loro diverso grado di permeabilità e, soprattutto al loro spessore che, determinandone la fertilità, influiscono sulle scelte colturali.

Il clima è mediterraneo temperato, con prevalenza di piogge nel periodo autunnale e siccità nel periodo estivo.
Le temperature medie annuali si aggirano sui 15-16 °C, con punte minime di circa 2 °C nel periodo invernale e punte massime di circa 35 °C nel periodo estivo. Temperature medie inferiori si hanno, invece, nelle zone più elevate della Murgia.
La piovosità media annua va rilevata sui 500-600 mm., con una distribuzione stagionale irregolare, tale da comportare lunghi periodi di siccità.

 

Puglia: carta geografica dell'area di produzione dell'olio extravergine di oliva Delizie di Puglia